Google Duplex: Intelligenza Artificiale parla al tuo posto

Durante la conferenza annuale IO Google ha rivelato il nuovo strumento di assistente personale  chiamato Google Duplex. È un assistente di intelligenza artificiale che può chiamare le persone e interagire con loro – senza che si possa intendere di parlare ad un robot.

Sul palco,  il CEO di Google, Sundar Pichai, ha mostrato come una demo del prodotto sul quale Google sta lavorando da anni.

La dimostrazione ha impressionato il pubblico. Infatti si è svelato che il bot possa chiamare e dialogare con persone reali dall’altro capo della cornetta telefonica e fissare appuntamenti.

Google Duplex: le prenotazioni le fa l’Intelligenza Artificiale

Durante la dimostrazione si vede chiaramente che Google Duplex ha attraversato l’intero processo di prenotazione senza che la persona all’altra estremità della chiamata si rendesse conto che stavano parlando con un robot.

L’assistente Google Duplex  ha persino implementato le pause “ums” e “mmm-hmms” per sembrare più umano nella conversazione.

Google afferma che Duplex è in grado di comprendere frasi complesse, parole veloci e osservazioni lunghe e quindi conversare e fissare un appuntamento in modo naturale.

 

Google Duplex: etica

Dopo l’impressionante demo di Google Duplex, dove la tecnologia basata su Intelligenza Artificiale ha chiamato un ristorante e un salone per fissare appuntamenti, una delle grandi domande del pubblico riguarda l’etica della tecnologia. Cio’ che viene osservato è il fatto che dall’altra parte la persona (umana) che risponde al telefono e conversa non si rende neppure conto di parlare con un robot.

In una dichiarazione, un portavoce di Google ha dichiarato che la trasparenza è parte fondamentale della tecnologia e: “Stiamo progettando questo prodotto  affinchè il sistema sia identificato in modo appropriato.

Vedremo che aspetto avrà questa tecnologia Google Duplex si presenterà come test dell’Assistente Google questa estate.