La cucina italiana in scatola: la campagna di crowdfunding di My Cooking Box

La campagna di crowfunding di My Cooking Box centra l’obiettivo di esportare la buona cucina italiana in tutto il mondo

Mancano pochi giorni alla chiusura della campagna di crowdfunding di My Cooking Box, il cui successo si è rivelato assoluto, anche se non inaspettato.

Perché l’intuizione della start up italiana è stata semplice e allo stesso tempo geniale: perché non trovare il modo di rendere “facile” una cucina così amata come quella del nostro paese?

E la soluzione è stata quella di “inscatolare” le ricette tipiche della cucina mediterranea, creando un meal kit che contiene tutti gli ingredienti necessari a realizzare un piatto perfetto.

Un’idea azzeccata, che sfrutta l’onda lunga dell’amore per la cucina italiana, che sembra sempre più ampia, soprattutto fra gli stranieri, che partecipano a veri e propri tour enogastronomici nel paese.

Campagna di crowdfunding di My Cooking Box: materie prime di qualità per un’esperienza di qualità

Il successo di un’idea così semplice e vincente si basa soprattutto su un attento lavoro di ricerca e studio delle ricette più interessanti e delle materie prime di qualità, grazie anche alla collaborazione di chef affermati.

Infatti, ogni meal kit, oltre agli ingredienti, contiene la ricetta scritta dallo chef “sponsor” e un codice QR che permette di vedere il video relativo alla preparazione della ricetta.

Inoltre i meal kit hanno una data di scadenza che varia dai 10 ai 24 mesi: questo permette di consegnare in tutto il mondo i prodotti, senza problemi relativi alla freschezza degli stessi.

Campagna di crowdfunding di My Cooking Box: l’attenzione al marketing e alle collaborazioni

La start up italiana deve il suo successo anche a un’attenta strategia di marketing, che le ha permesso di creare delle partnership molto importanti.

Al livello di B2B, basta pensare alla collaborazione con Mondadori, che ha portato i box in vendita nelle librerie del gruppo, in un’interessante politica di abbinamento fra buon cibo e buoni libri.

Con una base così solida ed enormi possibilità di espandersi nel mercato globale, la campagna di crowdfunding di My Cooking Box non poteva che registrare un pieno successo.

Infatti il goal iniziale di 200.000 euro è stato ampiamente superato già nei primi giorni della campagna, con la possibilità per la startup di raccogliere ulteriore capitale per potenziare la distribuzione retail.