Usare i social media per il crowdfunding: 5 consigli per sfruttarli al meglio

Usare i social media per il crowdfunding può essere l’arma vincente per una campagna di successo.

Usare i social media per il crowdfunding in modo corretto può essere la chiave per portare al successo una campagna.

Infatti, la promozione attraverso i canali social ha la caratteristica molto importante di poter raggiungere rapidamente un gran numero di utenti e allo stesso tempo è in grado di creare un coinvolgimento diretto degli utenti stessi, che possono sentirsi protagonisti della campagna.

Vediamo 5 consigli per usare i social media per il crowdfunding, prima, durante e dopo la campagna.

1.Usare i social media per il crowdfunding: scegliere il più adatto alla campagna

La valutazione del canale migliore per una campagna di crowdfunding dipende da diversi fattori: sicuramente Facebook e Twitter sono i canali con cui è possibile raggiungere il maggior numero di persone, ma anche Instagram e Linkedin possono rivelarsi interessanti, perché raggiungono i professionisti di un determinato settore.

2. Usare i social media per il crowdfunding: creare un hashtag

La creazione di un hashtag efficace, da utilizzare in tutti i social media, è molto importante per il successo di una campagna di crowdfunding.

Dal punto di vista pratico permette di organizzare tutti i contenuti e ricercare in modo più semplice tutto quello postato in relazione alla campagna.

In base al social utilizzato il numero di hashtag varia: da 1-2 per Twitter a decine per Instagram.

E’ molto importante saper scegliere gli ashtag, sopratutto su Instagram trovare un giusto equilibrio tra tre macro categorie di hashtag: piccoli, medi e grandi in relazione al numero di post. Quelli piccoli sono sotto il milione, i medi tra 1 e 5 milioni, i gradi sopra i 5 milioni. La scelta dei piccoli hashtag è correlata al numero di propri followers, meglio se sceglierli tra quelli di grandezza 100 volte il vostro numero di followers.

Inoltre, invitando i followers a usare l’hashtag diventa possibile monitorare l’andamento della campagna, valutando la reazione del pubblico e raccogliendo feedback che possono essere utili per migliorare la campagna stessa.

3. Usare i social media per il crowdfunding: creare una pagina

È utile creare un’apposita pagina per la campagna di crowdfunding, che sia differente rispetto a quella della società o del brand.

In questo modo è possibile dare “un’identità” alla campagna stessa, ovviamente inserendo nella pagina tutte le informazioni utili ai followers.

La pagina dovrà riportare le news relative alla campagna e invitare, per quanto possibile, i followers all’interazione diretta, coinvolgendoli e facendoli sentire protagonisti.

L’analisi dei dati derivanti dalla pagina potrà essere molto utile per inquadrare i soggetti interessati alla campagna e correggere eventuali errori di comunicazione: tool come di Google Marketing Platform possono essere validi per queste operazioni.

4. Usare i social media per il crowdfunding: mescolare i contenuti

Anche se una campagna di crowdfunding ha un obiettivo prettamente commerciale, bisogna essere in grado di offrire dei contenuti interessati ai followers.

Quindi, accanto a una percentuale ridotta (massimo il 20%) di post commerciali, che “spingono” l’utente a supportare la campagna, dovrebbe esserci una percentuale più alta (80%) di contenuti informativi, che riesca ad attirare l’attenzione dell’utente.

5. Usare i social media per il crowdfunding: coinvolgere la stampa

Contattare giornalisti e blogger che scrivono nel settore in cui la campagna di crowdfunding si inserisce può essere un ottimo strumento di marketing. Si possono coinvolgere anche amministratori di pagine e gruppi social pertinenti all’oggetto della campagna e che includono potenziali soggetti che possono fare da volano per allargare il pubblico verso il quale vogliamo indirizzare la nostra comunicazione.

Infatti permette di raggiungere un’audience qualificata, che potrebbe risultare realmente interessata a partecipare alla nostra campagna di crowdfunding.

Abbiamo visto come usare i social media per il crowdfunding permetta di raggiungere un vasto pubblico e di suscitare interesse intorno a una campagna.