Facebook e il crowdfunding: come sfruttare al meglio il re dei social network

La comunicazione è la chiave del successo: anche nel caso di Facebook e il crowdfunding, utilizzare al meglio questo social network può permettere di raggiungere un ottimo risultato.

L’utilizzo dei social network per la comunicazione in una campagna di crowdfunding è un punto chiave per il successo della campagna stessa.

Ogni social network ha le sue caratteristiche, di cui vai tenuto conto nella gestione della comunicazione.

Partendo dal rapporto fra Facebook e il crowdfunding, il primo fattore da tenere in considerazione è la diffusione del social network.

In questo caso i numeri sono più che chiari: Facebook è ancora il social network più utilizzato in Italia, quindi la comunicazione di una campagna di crowdfunding non può prescindere dal suo utilizzo.

Facebook e il crowdfunding: la strategia da seguire

Il problema può essere quello dell’utilizzo di uno strumento in grado di raggiungere una platea così estesa di utenti: giocare d’anticipo è il primo passo di una strategia efficace.

Prima di tutto bisogna considerare la pagina dedicata alla campagna nel modo corretto: non si tratta di una semplice vetrina, ma di uno strumento che permette di dialogare con una comunità di utenti e di coinvolgerla nel progetto.

Per fare questo non è necessario attendere l’inizio della campagna: la pagina Facebook andrebbe creata prima, con l’intento primario di generare curiosità da parte degli utenti, cominciando anche a fidelizzare una seguito di soggetti interessati.

Seguendo questa strategia è possibile trasformare il lancio della campagna in un grande evento mediatico, atteso dalla community.

Facebook e il crowdfunding: coinvolgere, coinvolgere, coinvolgere

Un rapporto vincente tra Facebook e il crowdfunding prevede soprattutto un alto livello di coinvolgimento del pubblico.

In concreto, molto meglio una pagina con un numero limitato di fans, che siano però attivi, che una con un seguito più ampio, ma completamente disinteressato.

La creazione di contenuti di qualità (per esempio gli aggiornamenti sulla campagna, i traguardi raggiunti), accompagnati da video o immagini efficaci è un buon punto di partenza.

Allo stesso modo il coinvolgimento diretto del pubblico, con sondaggi e domande, può essere utile per tenere alta l’attenzione sulla campagna.

Studiare i dati relativi agli insight permette di scoprire cosa piace di più alla community e di regolare di conseguenza la comunicazione.

Sapere gestire in modo corretto Facebook e il crowdfunding permette di avere a disposizione un’”arma” in grado di raggiungere e coinvolgere in una campagna di successo un gran numero di persone.