P2P Lending: un 2018 di successo

Anche il P2P Lending mostra di piacere sempre di più agli investitori italiani

Ottobre, tempo di bilanci: anche per il P2P Lending, il 2018 si è dimostrato un anno di crescita, forse anche oltre le più rosee aspettative.

Nei dati relativi al P2P Lending si comprendono sia i finanziamenti verso i privati che quelle verso le imprese, si può trovare un record trimestrale pari 180 milioni di euro (84,6% in più rispetto al terzo trimestre del 2017).

Dati di tutto rispetto, che mostrano come gli investitori italiani siano sempre più propensi alla ricerca di nuovi strumenti per far crescere il capitale investito, necessità non più soddisfatta dagli investimenti tradizionali.

P2P Lending: un nuovo strumento per le start up

Estrapolando i dati del terzo trimestre 2018 si nota come l’incremento maggiore riguardi il P2P Lending verso le imprese.

Si tratta dello strumento più recente, ma anche quello che ha conosciuto una crescita maggiore (12,6 milioni di euro, per un incremento del 164% rispetto allo stesso periodo del 2017).

Questo dato è importante, perché dimostra una maggiore fiducia degli investitori, anche quelli piccoli, nei confronti delle PMI e delle start up italiane.

Inoltre, viene messa in luce un’altra possibile forma di finanziamento a cui le start up possono attingere per sviluppare nuovi progetti, senza incontrare tutti gli ostacoli tipici dei “classici” canali di finanziamento.

P2P lending: quali prospettive?

Dopo un periodo di crescita, è ovvio l’interesse per scoprire l’evoluzione del P2P Lending nei prossimi mesi.

Anche se è probabile una crescita continua, bisognerà tenere anche conto di altri fattori a livello economico e finanziario, che potrebbero influenzare lo scenario.

In particolare, bisognerà valutare se il cambiamento dei tassi sul credito governativo e sul credito corporate quotato spingerà alcuni investitori a tornare su questa tipologia di investimenti, percepiti in molti casi come “meno rischiosi”.

Si tratta di un banco di prova importante per il P2P Lending, in particolare per quello che riguarda i volumi dei finanziamenti e i tassi di interesse che ne deriveranno.