Benefici fiscali per il crowdfunding: le novità del 2019

I benefici fiscali per il crowdfunding sono previste nella legge di Bilancio 2019, con l’obiettivo di favorire questa tipologia di investimento.

Buone notizie dalla Legge di Bilancio 2019: la normativa prevede infatti nuovi benefici fiscali per il crowdfunding.

Queste misure mirano a incentivare l’investimento da parte dei soggetti privati nelle start up e pmi italiane, con la speranza di rilanciare e sostenere il tessuto produttivo del paese.

Una serie di queste misure riguarda gli investitori per favorire l’investimento in start up e pmi innovative, mentre un’altra è diretta alle pmi.

Benefici fiscali per il crowdfunding: le misure a favore dell’investimento

Bisogna ricordare un fatto molto importante per quel che riguarda i benefici fiscali per il crowdfunding previsti nella Legge di Bilancio 2019: si tratta per il momento di benefici previsti per il solo anno 2019.

La legge prevede un aumento dal 30% al 40% della detrazione di imposta (per le persone fisiche) e della deduzione (per le persone giuridiche) per le somme investite in start up e PMI innovative.

Una diversa disposizione è prevista per favorire l’acquisizione delle start up innovative, il cosiddetto “exit”.

Le società (che non possono però essere start up innovative) potranno infatti dedurre dall’imponibile il 50% di quanto speso, nel caso di acquisizione dell’intero capitale sociale di una start up innovativa.

La condizione per mantenere questo beneficio è che le quote della start up acquisite siano mantenute per almeno 3 anni.

Benefici fiscali per il crowdfunding: la possibilità di emettere bond

Una parte delle misure previste nella Legge di Bilancio è dedicata alle PMI: la normativa prevede che tramite le piattaforme di crowdfunding sia possibile anche l’emissione di obbligazioni e altri strumenti di debito.

Seguendo il dettato della legge, questo tipo di investimento sarà riservato a investitori professionali.

La possibilità di estendere questo tipo di investimento ad altre categorie di investitori sarà possibile dopo che la Consob avrà aggiornato il regolamento in materia.

I benefici fiscali per il crowdfunding previsti per l’anno 2019 potrebbero essere una misura importante per favorire una sempre maggiore crescita di questo strumento di investimento.