Prima exit da equity crowdfunding in Italia

Prima exit  da equity crowdfunding in Italia: Kiunsys acquisita da Municipia Spa

La prima exit da equity crowdfunding in Italia è una notizia importante: si è verificato, per gli investitori, il primo guadagno derivato dal ciclo di vita “naturale” di una start up.

A detenere questo primato è Kiunsys, start up spin off dell’Università di Pisa, che aveva lanciato nel 2015 una campagna di equity crowdfunding sul portale Starsup, arrivando a raccogliere 505.000 euro da 19 investitori.

L’exit di Kiunsys si è determinato attraverso l’acquisizione da parte di Municipia Spa, operazione effettuata nell’ambito di una strategia di crescita dell’offerta Smart Mobility.

E non si tratta dell’unica acquisizione da parte di Municipia Spa, che ha completato di recente anche l’acquisto di INFOR: una software house che si occupa dello sviluppo dei sistemi informativi per le amministrazioni locali.

L’obiettivo dichiarato di Municipa Spa è quello di accellerare il processo di digitalizzazione dei vari livelli della Pubblica Amministrazione.

Prima exit da equity crowdfunding: il completamento di un ciclo

Ci sono voluti 4 anni di attesa per vedere i frutti dell’investimento in Kiunsys: un tempo assolutamente in linea con le medie previste per la realizzazione di un investimento in equity crowdfunding.

Anche se in teoria è possibile realizzare un guadagno con investimento in equity crowdfunding prima dell’exit, come è recentemente accaduto con Cesynt, sicuramente con il completamento del ciclo di vita di una start up il guadagno può essere assolutamente interessante.

Molto importante è la programmazione effettuata dalla start up: prevedere una corretta strategia di exit è uno dei primi task che uno startupper deve affrontare, per garantire un ottimo rendimento ai soci e agli investitori.

Prima exit da equity crowdfunding: in attesa delle cifre

Al momento non è stato reso pubblico l’importo dell’operazione di acquisizione di Kiunsys: le cifre saranno importanti per una valutazione complessiva dell’investimento.

Quello che è certo è che, in un panorama di investimenti a basso rendimento o ad alto rischio, la prima exit da equity crowdfunding rappresenta una novità importante e positiva.