Rapporto sul crowdinvesting in Italia: gli investitori sempre più coinvolti

L’ultimo rapporto sul crowdinvesting in Italia conferma la crescita del settore, mettendo in luce delle interessanti novità

Il rapporto sul crowdinvesting in Italia, presentato dall’Osservatorio del Crowdinvesting del Politecnico di Milano, presenta diverse informazioni interessanti.

Il dato che emerge immediatamente è la crescita costante del sistema del crowdfunding in Italia, in tutte le sue diverse forme.

La crescita del lending P2P e dell’equity crowdfunding è costante, e dimostra come gli investitori italiani siano sempre più propensi a utilizzare questo tipo di strumenti.

Basta pensare al fatto che, nel primo semestre del 2019, le operazioni di investimento in campagne di equity crowdfunding hanno superato per numero quelle dell’intero 2018.

Rapporto sul crowdinvesting in Italia: investitori “seriali”

Uno degli aspetti più interessanti che emerge dal rapporto sul crowdinvesting in Italia è rappresentato dal comportamento degli investitori.

Infatti, quasi un quarto degli investitori non si è limitato a una sole campagna, ma ha investito in almeno due progetti, arrivando anche sottoscrivere quote di tre diverse società.

Si tratta di un dato importante perché dimostra che gli investitori italiani hanno una sempre maggior “confidenza” con gli strumenti del crowdfunding.

Allo stesso tempo questa tipologia di investitori ha compreso la necessità di diversificare gli investimenti per garantirsi un reddito interessante e far crescere il proprio capitale.

Rapporto sul crowdinvesting in Italia: il successo del real estate

Che gli investitori italiani siano storicamente legati al “mattone” è certo, e questa tendenza si è fatta strada anche nel mondo dell’equity crowdfunding.

Infatti, dal rapporto sul crowdinvesting in Italia emerge anche il dato importante del grande successo delle campagne di real estate.

I primi progetti sono andati in porto e hanno portato alle prime exit in tempo rapido e con ottimi risultati per gli investitori.

Essendo queste le premesse è molto probabile che il settore del real estate sia quello destinato a una maggiore crescita nei prossimi mesi.

Il mondo dell’equity crowdfunding offre sempre maggiori possibilità agli investitori italiani, dimostrando di essere un importante volano di crescita per le imprese.