Start up

Start up innovative: requisiti, agevolazioni, Programmi Europei a supporto della scalabilità del business

Start up è il termine che identifica una nuova impresa, costituita in forma cooperativa o di società di capitali, tipicamente un’attività emergente che mira a soddisfare un’esigenza del mercato sviluppando un modello di business  attorno a un prodotto, servizio, processo o piattaforma. Una start up è di solito una società progettata per sviluppare e convalidare efficacemente un modello di business scalabile.

In questa pagina una panoramica di cosa sono, di come possono essere supportate per crescere in Italia attraverso le normative ad hoc, attraverso il crowdfunding e attraverso i Programmi della Commissione Europea.  

Le start up innovative in Italia

Le start up innovative sono una categoria di imprese introdotte dalla legge 221/2012.

Per questo tipo di impresa è stato predisposto un quadro di riferimento a livello nazionale che interviene su materie differenti come la semplificazione amministrativa, il mercato del lavoro, le agevolazioni fiscali, il diritto fallimentare.

Forme di start up innovative

  • Società di Capitali costituite anche sotto forma di cooperativa;
  • Società per azioni;
  • Società in accomandita per azioni;
  • Società a responsabilità limitata anche nella forma di s.r.l. semplificata o s.r.l. a capitale ridotto, o come Societas Europea, SE aventi sede fiscale in Italia, le cui azioni o quote rappresentative del capitale sociale non siano quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione.

Start up innovative: requisiti

Si tratta di una società di capitali che risponde a questi requisiti:

  • è stata costituita da meno 5 anni
  • ha la sede principale dei propri affari in Italia, o in altro Paese UE, ma con almeno una filiale o sede produttiva in Italia
  • ha un fatturato annuo che, a partire dal secondo anno di attività, non supera i 5 milioni
  • non distribuisce e non ha distribuito utili
  • ha come oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi a elevato valore tecnologico
  • non è costituita da fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda
  • possiede almeno una di queste tre caratteristiche:

a) almeno il 15% del dato maggiore tra fatturato e costi annui è destinato a ricerca e sviluppo;

b) la manodopera complessiva è costituita per almeno un terzo da dottorandi, dottori di  ricerca o ricercatori, oppure per almeno due terzi da soci o collaboratori in possesso di laurea magistrale;

c) l’impresa è titolare di un brevetto registrato o di un software originario registrato.

Le start up innovative: Agevolazioni

Le startup innovative iscritte all’apposita sezione speciale del Registro delle imprese beneficiano di una serie di agevolazioni. Ecco le principali:

  • possono essere costituite in forma agevolata
  • tutte le operazioni legate al registro delle imprese sono rese più semplici dal punto di vista burocratico e fiscale. Esenzione imposta di bollo e diritto di segreteria per l’iscrizione nel Registro delle Imprese
  • detrazione Irpef 19% sulle spese per un investimento massimo detraibile di 500.000 euro per periodo d’imposta, da mantenere per almeno 2 anni.
  • credito d’imposta del 35%: agevolazione per l’assunzione di personale altamente qualificato fino a una soglia massima di 200.000 euro annui per ogni impresa.
  • la gestione societaria può essere flessibile. È prevista una moratoria per ripianare perdite
  • possono sfruttare una disciplina del lavoro fatta su misura per le startup innovative con contratti di lavoro rinnovabili
  • startup e dipendenti possono concordare liberamente quale parte del compenso è fissa e quale variabile in base a parametri come efficienza, produttività, redditività dell’azienda.
  • possono remunerare i propri collaboratori con stock option e i fornitori di servizi esterni – avvocati, commercialisti, consulenti e così via – con il work for equity. Il reddito derivante dall’attribuzione di questi strumenti finanziari o diritti non concorrerà alla formazione della base imponibile, sia a fini fiscali che contributivi
  • internazionalizzazione attraverso il sostegno dell’Agenzia ICE: che si occupa della promozione all’estero delle imprese italiane
  • possono raccogliere fondi attraverso l’equity crowfunding
  • hanno facilitazioni per ottenere il credito bancario. L’accesso al Fondo Centrale di Garanzia per le PMI è semplificato
  • godono di incentivi fiscali all’investimento da parte di terzi

start up

Le start up: Programma Commissione Europea

Il programma Start up Europe della Commissione Europea mira a rafforzare l’ambiente imprenditoriale  in modo che le loro idee e attività possano iniziare e crescere nell’Unioni Europea”. Non è un caso che il programma Start up Europe supporti un migliore accesso al capitale attraverso il crowdfunding.

Il programma incrementa il mercato unico digitale connesso attraverso una serie di iniziative dell’UE per aumentare le opportunità di networking per start up, investitori e acceleratori. Questo florido ecosistema moltiplica posti di lavoro, crescita e investimenti.

L’iniziativa della Commissione Europea è progettata per connettere start up, investitori, acceleratori, imprenditori, reti aziendali, università e media attraverso una serie di reti. Inoltre, intende collegare gli ecosistemi delle start up locali in tutta Europa e migliorare la loro capacità di investire in altri mercati come Silicon Valley o India.

Non meno importante, celebra il successo degli imprenditori europei, rendendolo visibile e gratificante (ad esempio Startup Europe Awards).

Iniziativa Start up Scaleup

L’iniziativa si basa su una comunicazione della Commissione Europea, pubblicata nel 2016, i cui due obiettivi principali sono:

  • rimuovere gli ostacoli all’ampliamento del mercato unico con progetti di costruzione di ecosistemi;
    sviluppare opportunità di networking, migliorando l’ecosistema di avvio – collegando cluster, persone e ecosistemi locali in tutta Europa.
  • risponde alle richieste dei fondatori della tecnologia indirizzate all’interno del Manifesto Startup e del Manifesto Scaleup.

L’iniziativa include anche attività per aiutare le aziende a trovare iniziative internazionali. Attraverso lo sportello unico, le start-up e i costruttori di ecosistemi hanno facile accesso a tutti i servizi di finanziamento e altri tipi di supporto offerti a livello europeo.

Nell’ambito dell’iniziativa Startup Scaleup, la Commissione Europea esplora ulteriori misure per:

  • facilitare l’adozione di nuove tecnologie;
  • creare migliori opportunità di accesso ai finanziamenti e alle competenze;
  • massimizzare l’efficacia degli ecosistemi europei.

I programmi della Commissione Europea collaborano per aumentare l’impatto delle sue iniziative e accelerare la crescita.

I programmi della Commissione Europea e l’equity crowdfunding hanno consentito lo sviluppo sostenibile di migliaia di start up e allo stesso tempo dato la possibilità anche ai risparmiatori e agli investitori di piccole dimensioni di diversificare i loro investimenti e acquisire proprietà in start up.

Approfondimenti start up:

Regole d’oro per creare un progetto di crowdfunding di successo

Guida alla scelta della piattaforma di crowdfunding

Piano di comunicazione e strumenti marketing attraverso il crowdfunding

 

Necessiti di ulteriore supporto per sviluppo start-up, progetti e iniziative di crowdfunding?

Valutazione del tuo progetto (valutazione dell’idea e del settore di riferimento, fine tuning concept e business model, analisi di mercato, business intelligence, analisi fattori chiave, analisi competitors, valutazione rischi benefici)

Supporto allo Sviluppo del progetto (Sviluppo piano di azione, sviluppo business plan, analisi proiezioni economiche, sviluppo piano di comunicazione)

Strategie per l’implementazione delle azioni (Piano di raccolta capitali attraverso il crowdfunding, analisi opzioni e strategie di sviluppo ed esecuzione del progetto)

CONTATTI